Che fine ha fatto la soundtrack de Il Canto della Rivolta – Parte 2?


mockingjay-part-2-poster-katniss (2)

Mancano solo due mesi all’uscita di Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 2 nelle nostre sale e stupisce il fatto che ancora non siano arrivate news sulla soundtrack del film. Non stiamo parlando della score di James Newton Howard che accompagna le scene del film (di quella avevamo avuto qualche aggiornamento non molto tempo fa), ma proprio dell’album della OST, la colonna sonora realizzata da cantanti, che negli anni passati ha visto avvicendarsi artisti come Taylor Swift, Coldplay e Lorde.

L’anno scorso, a fine settembre, il singolo di Lorde, “Yellow Flicker Beat”, la canzone che sentiamo durante i titoli di coda de Il Canto della Rivolta – Parte 1, era in procinto di essere rilasciata. Già da luglio, invece, eravamo a conoscenza che la cantante, oltre a realizzare questo brano, era impegnata a curare l’intera soundtrack. Quest’anno, invece, le cose sono diverse. Nessun annuncio sulla OST e nessun annuncio sugli artisti coinvolti.

Le motivazioni potrebbero essere due:

  • Quest’anno non ci sarà nessun album della soundtrack, ma solo quello della score composta da James Newton Howard e magari un’unica canzone originale che accompagnerà i titoli di coda del film.
  • Ci sarà un album della OST proprio come tutti gli altri anni e stiamo semplicemente assistendo a un ritardo per quanto riguarda l’annuncio ufficiale.

Più giorni passano e più ci si convince della prima opzione. Anche il nuovo poster rilasciato sembra confermare quest’ipotesi. Nei credits che vediamo in fondo, infatti, non figura alcun supervisore della musica, a differenza di quanto accaduto gli scorsi anni. (Solo Il Canto della Rivolta – Parte 1 non aveva un “Music Supervisor” in quanto questo ruolo è stato svolto dalla stessa Lorde).

credits-mockingjay-part-2

Un altro indizio che porta a credere che non verrà realizzata è che gli incassi dell’ultima soundtrack, quella curata da Lorde, non sono stati interessanti come si sperava. Il vero boom dell’anno scorso è dovuto a The Hanging Tree che ha scalato tutte le classifiche e si è imposta perfino nelle prime posizioni della classifica di Billboard sui 100 singoli più ascoltati.

In ogni caso, se non arriverà un annuncio ufficiale nelle prossime settimane è chiaro che non ci sarà alcuna soundtrack. Cosa ne pensate? Sareste dispiaciuti se quest’anno non venisse realizzata? E, in generale, preferite la score o la soundtrack?

[News ispirata a un articolo di Victors Village]

12 commenti a “Che fine ha fatto la soundtrack de Il Canto della Rivolta – Parte 2?

  1. E’ veramente tristissima come cosa se sceglieranno di non creare alcuna soundtrack – inizialmente sapevo che Lorde si sarebbe curata anche della seconda parte di Mickingjay, e mi faceva anche piacere visto che ho apprezzato molto l’OST su cui ha lavorato. Io comunque credo ci sia anche una terza possibile opzione, che MockingjayP2, possano rilasciare una sorta di “best of” contenente i brani migliori o preferiti dalle 3 precedenti OST, il che non sarebbe nemmeno una cattiva idea! rimanere senza però, sarebbe uno spreco..

  2. Se fosse ai livelli della OST di MJ1, allora forse sarebbe meglio non avere alcuna OST.
    In ogni caso sinceramente preferirei non ci fosse, anche perché si potrebbe finalmente dare risalto alla Score, la quale ogni anno viene messa in ombra dalla martellante (relativamente al contesto ‘fandom di Hunger Games’) campagna promozionale della OST di canzoni.
    Ho letto commenti di fan che non sapevano neanche chi fosse James Newton Howard dopo tre film della saga, mentre probabilmente sapevano i nomi di tutti gli artisti delle OST.

    Ho apprezzato le prime due OST (canzoni come Atlas, We Remain, Gale Song, Yellow Flicker Beat e soprattutto la azzeccatissima Abraham’s Daughter sono ottime) ma trovo siano state pubblicizzate più come “ufficiali colonne sonore dei film” e non come quello che sono realmente, ovvero “colonne sonore ISPIRATE ai film”.

    Di circa 30 canzoni, nei tre film ne ascoltiamo solo 5 o 6 di cui 3 all’inizio dei titoli di coda e le altre quando già metà della sala del cinema si è ormai svuotata.

    Poi certo, una OST di canzoni Pop vende di più di una Score orchestrale (The Hanging Tree eccezione che conferma la regola), ma è comunque ingiusto l’enorme squilibrio tra la campagna promozionale della OST e quella della Score.

    Quindi ben venga l’assenza di una OST quest’anno, almeno per me.

    • Per me la soluzione migliore sarebbe affidare il brano dei titoli di coda proprio a James Newton Howard, sarebbe la conclusione perfetta. Da’altra parte io ho sempre amato le score molto più delle OST. Ad eccezione di qualche canzone (Atlas su tutte, ma più per un legame affettivo – ricordi delle première, ecc. – che per la canzone in sé), a lasciare il segno su di me sono stati principalmente i brani della score. Non ho apprezzato le scelte di Lorde lo scorso anno e sono d’accordo sul fatto che le campagne promozionali della OST spesso oscurano se non completamente, almeno in parte, il lavoro di James Newton Howard.

        • Concordo con tutti e due, specialmente sul fatto che non si dovrebbero chiamare “ufficiali colonne sonore dei film” ma “colonne sonore ISPIRATE ai film”. Dispiace tantissimo anche a me che l’eccellente lavoro di James Newton Howard venga ogni volta offuscato da qualcosa che, anche al di là dell’aspetto qualitativo, con i film nel migliore dei casi ha a che fare ben poco e nel peggiore dei casi addirittura stride (vedi più della metà dei brani della Mockingjay Part 1 OST, che io e i miei amici abbiamo ribattezzato “Katniss in da club”). Non ho altro da aggiungere.

  3. A me è piaciuta la OST di Mj1 ovviamente non tutti i brani ma, tra le tre canzoni (Taylor, Coldplay e Lorde) ho preferito propria quella di Lorde, forse perché ho iniziato ad ascoltare la OST della saga solo da l’ultima uscita… Adoro anche la Score anche se vorrei brani più energici e credo che con l’inizio della guerra vera le musiche saranno meno “lente”. Concludendo vorrei la OST o un “best of” come detto da Raffaele e maggior importanza per la Score! Con brani epici come The Hanging Tree <3

  4. Mi duole abbastanza ammettere che quest’anno hanno alquanto toppato con l’operazione di promozione del film, il trailer lo hanno rilasciato molto presto smorzando abbastanza l’hype e non hanno realizzato granché in fatto di poster o cose varie (come ad esempio avevano fatto l’anno scorso con il poster dei distretti ecc…)

    Per quanto riguarda la soundtrack mi dispiace perché poteva venire qualcosa di molto bello e al cardiopalma per questo ultimo film, le canzoni scritte per la ragazza di fuoco erano una più bella dell’altra: Atlas, Elastic heart (che in seguito è diventato singolo di lancio dell’album di sia), Shilouettes, We ramain, who we are (che io personalmente adoro!)

    Non credo purtroppo che solo l’annullamento della soundtrack faccia spiccare di più score di JNH il che mi dispiace perchè è uno dei miei compositori cinematografici preferiti!

    a questo punto immagino metteranno ai titoli di coda “the hanging tree”, diventato otamai il vero emblema del film!

Commenta