I libri di Hunger Games in versione Rebel Edition


rebel-edition-hunger-games

Il prossimo 2 ottobre, Scholastic UK rilascerà nelle librerie inglesi una nuova edizione limitata della saga di Hunger Games, chiamata Rebel Edition in omaggio ai ribelli del Canto della Rivolta.

Le copertine, piuttosto diverse da quelle a cui siamo abituati, mostrano colori accesi e fosforescenti. Il prezzo di ogni libro in versione paperback è di £7.99. Fateci sapere cosa ne pensate e se vi piacerebbe avere questa edizione nella vostra collezione o se, invece, ritenete che queste copertine non siano adatte alla saga.

Il commento di Jabberjays.net, che ringraziamo per aver riportato la notizia, è stato una citazione di Haymitch: “Ecco, amici miei, come muore una rivoluzione”.

21 commenti a “I libri di Hunger Games in versione Rebel Edition

  1. Appena li ho visti ho pensato la stessa citazione… non sono per niente adatti al tema di Hunger Games di sofferenza e ribellione… più che altro mi sembra un’edizione da capitolini u.u

    P.S: se il tema fosse stato diverso erano anche carini dai ^^

    • Ecco. Un’esizione per capitolini, non per ribelli. Ceh io adoro la copertina in sè ma i colori fluo sono un po’ troppo inappropriati (?)
      Secondo me avrebbero anche potuto usare colori diversi, ceh non bianco e nero ma altri colori, però non fluo..non per Hunger Games. Ma la Collins lo sa? Ahahahah.
      “-Queste copertine sono adatte alla serie.
      -Sì. E se avessi le ali potrei volare, ma le persone non hanno le ali. Vero o falso?”
      Ahahahaha okay..non fate caso alla mia citazione ahahahahahahahahahhhhh.

  2. Le copertine sono fantastiche ma credo che facciano pensare ad un genere di libri diversi da Hunger Games, forse troppo vivaci per i temi che tratta la saga.

  3. L’idea dei graffiti ci sta…se solo fossero stati di colori più adatti come rosso e grigio o nero e oro…ok sto fantasticando! Non mi piacciono sembra più una nuova edizione di “Diario di una schiappa” rispetto ad Hunger games!

    Come citazione ci starebbe bene anche:
    “Che cosa faremo adesso?”
    “Non lo so, cercheremo di dimenticare”

  4. Non sono proprio male ma pensavo fossero nere con graffiti rossi, grigi come l’app… Per cui preferirei avere l’edizione deluxe piuttosto di questa anche se per completezza non mi dispiacerebbe…
    Come citazione metterei :”non sapeva quello che faceva”-Peeta

  5. Mah…non li trovo molto adatti per questo tip di storia…Hunger Games non è una cosa allegra e fluo; a me viene da pensare più a qualcosa di bianco e nero…più semplice

  6. Non possono mettere tutti questi colori alla saga di hunger Games e poi se davvero volevano fare una copertina per la rivoluzione alla potevano farne una più dura e forte

  7. Non per essere maligna ma sono proprio orribili… mi sanno di diarietto scolasticco della smemoranda o della comix che tutto esprime tranne che un senso di forza e coraggio come le altre copertine facevano!!!
    No queste sembrano una grossa presa in giro!! Preferisco le vecchie edizioni.

  8. ”Addej, cupretm l’ucchj.. N pozz ‘guarda” (Oddio, copritemi gli occhi, non posso guardare) -cit. Mia nonna in dialetto abruzzese.
    Vabbè, concordo con Catnip12 e Peeta’sAlive.. Sono versioni da capitolini queste, mica da ribelli! I capitolini vanno in giro con colori fluo; per loro gli Hunger Games sono come l’Avanti un’altro di Bonolis o i Totally Wipe Out.. Invece per noi ribelli sono odio, frustrazione, dolore, impotenza (non mi rivolgo a me, ma in generale; è questo quello che provano i Distretti).. e di conseguenza sono il nero, il grigio scuro, il rosso acceso e l’oro i colori di una ribellione.. Non i colori fluorescenti.

    P.s. La frase che ha usato Jabberjays.net è assolutamente appropriata! Il buon vecchio Haymitch ha (sempre) ragione hahaha

Commenta