Hoffman riflette sul significato politico di Hunger Games


Philip Seymour Hoffman, l’attore che ne La Ragazza di Fuoco interpreterà il Capo Stratega Plutarch Heavensbee, torna a parlare dei libri di Suzanne Collins sottolineando come, nonostante si rivolgano a un pubblico di ragazzi, non manchino di un profondo messaggio e sottotesto politico.

Trovate qui di seguito l’estratto dall’intervista rilasciata a The Independent:

[...] Ma, ancora più interessante, prenderà parte a La Ragazza di Fuoco, il sequel di Hunger Games. I film si basano sui romanzi di Suzanne Collins e parlano di come, in una società totalitaria, dei ragazzi siano costretti a combattere fino alla morte in una forma di spettacolo mediatico. Hoffman interpreterà Plutarch Heavensbee, il politicamente astuto Capo Stratega, che organizza i giochi.

“Non conoscevo i libri finché non è uscito il film e le persone me ne hanno parlato”, dice. “Sono nel bel mezzo della lettura dell’ultimo libro ora. Sono libri molto speciali.”

“[Suzanne Collins] ha scritto questi libri sul fascismo per un pubblico di ragazzi. Rovesciano il sistema, ma poi ciò che abbatte il fascismo si rivela tanto negativo quanto il governo totalitario stesso. È così intelligente.” Dunque pensa che i ragazzi abbiano colto il sottotesto politico? “Non è possibile non averlo colto. È stata molto chiara.” Quindi ciò vuol dire che sta per diventare un idolo per i ragazzi? “Non credo che accadrà!”

Commenta